Abbronzatura

Curiosità, storia, moda e segreti per
una abbronzatura a prova di salute

immagine: Abbronzatura

Oggi  per la nostra Beauty Routine parliamo di abbronzatura.

Partiamo da alcune curiosità

Lo sai ad esempio che al tempo degli antichi romani  l’abbronzatura era disprezzata dalle classi sociali più agiate che la ritenevano caratteristica degli esponenti delle classi più povere, costretti a lavorare per molte ore all'aperto e nei campi?
Questo abbinamento “pelle abbronzata/classe sociale povera” è durato fino alla fine del diciannovesimo secolo. Infatti il pallore del volto è restato per secoli sinonimo di nobiltà e benessere economico.
La prima radicale svolta nella considerazione della tintarella avvenne nel 1903 , quando il medico danese Niels Finsen ricevette il premio Nobel per la scoperta di come l'uso della luce ultravioletta potesse essere efficace nel combattere una particolare malattia della pelle: il lupus vulgaris.
Da quella data, la luce solare iniziò a essere osservata con altri occhi: non qualche cosa da evitare, ma una preziosa alleata anche a livello medico.
Negli anni 20 la nota stilista Coco Chanel  si presentò alle sue clienti, di ritorno da una vacanza in Costa Azzurra, abbronzata e queste ultime la vollero immediatamente imitare.
Siamo ancora molto lontani dal concetto di abbronzatura a cui siamo abituati oggi, soprattutto se pensiamo che la stessa Coco si esponeva al sole sì, ma con i guanti, perchè una dama non poteva avere di certo le mani abbronzate come una lavoratrice.
Per avvicinarci al concetto moderno di abbronzatura dobbiamo aspettare la fine della seconda guerra mondiale e l’esplosione del turismo.
Da quel momento l’abbronzatura divenne sinonimo di benessere, vita agiata, viaggi e avventura e il colorito pallido invece appannaggio delle classi meno abbienti che non potevano permettersi una vacanza.
Oggi l'abbronzatura è costantemente ricercata, non solo durante il periodo estivo, ma tutto l'anno, e sono molte le persone che ricorrono anche all'abbronzatura artificiale pur di mantenere la propria pelle scura e dorata anche durante i mesi invernali.

I segreti dell'abbronzatura

A questo punto non ci resta che scoprire  i segreti dell'abbronzatura ottenuta però in totale sicurezza.      
Il sole è un alleato prezioso per la salute del nostro corpo: le sue radiazioni luminose apportano notevoli benefici alla pelle e all’intero organismo – oltre ad influire positivamente sul benessere psichico.
Le radiazioni solari che raggiungono la nostra pelle durante l’esposizione al sole sono di 3 tipi: UVA, UVB e infrarossi.
Raggi UVA stimolano la produzione di melanina, causano invecchiamento cutaneo precoce, penetrano in profondità nel derma provocando danni a lungo termine come macchie solari, secchezza, perdita di elasticità
Raggi UVB stimolano l’abbronzatura più immediata, favoriscono la sintesi della vitamina D, ma possono causare eritemi e scottature
Infine i raggi infrarossi donano una sensazione di benessere, diminuiscono la capacità antiossidante della pelle, favoriscono la vasodilatazione
Detto ciò, per godere serenamente dei benefici del sole basta seguire qualche semplice accortezza per ridurre i rischi legati alla foto-esposizione e trarre il meglio dalla fonte di energia più importante di cui disponiamo.

Ecco la nostra beauty routine per il sole

  • Preparare la pelle con uno scrub. Eliminare le cellule morte fa durare di più l'abbronzatura e fa apparire la pelle più bella.
  • Scegliere prodotti solari adatti al proprio fototipo e applicarli in quantità adeguate, prima di esporsi al sole.
  • Ripetere frequentemente la loro applicazione per mantenere la protezione, soprattutto dopo il bagno e in caso di esposizione prolungata. Applicare ripetutamente  la protezione ad intervalli massimi di 2 ore.
  • Esporsi al sole gradualmente, per non più di 20-30 minuti al giorno. Ricorda che oltre questo limite la produzione di radicali liberi aumenta in maniera considerevole.
  • Evitare di esporsi al sole tra le ore 12 e le ore 16. In questo momento della giornata, l’irraggiamento solare è all’apice della sua intensità.
  • Per la pelle delicata dei bambini scegliere un prodotto resistente all’acqua e con un alto indice di protezione.
  • Proteggere la pelle non solo solo al mare o in piscina, ma durante qualsiasi attività all’aria aperta,  e indossare un cappello e occhiali da sole con lenti omologate, in grado di filtrare i raggi UVA e UVB.
  • Il filtro va usato pure quando il tempo è nuvoloso
  • Dopo ogni bagno, asciugarsi bene e in caso riutilizzare il prodotto.
  • Applicare a fine giornata un eccellente dopo sole per re-idratare la pelle

A questo punto che sia il giardino di casa, il balcone o la vostra meta preferita, conoscete tutti i trucchi per trasformare il sole nel vostro alleato e regalarvi un’abbronzatura sana e bella.


Se avete ancora bisogno di qualche consiglio potete sempre telefonare al nostro numero 040390319 o visitare la nostra sezione dedicata ai Solari nel nostro shop on line

 


Visage
Hands
Hair
Body
Man